La battaglia tra Donald Trump e Hillary Clinton in lizza per la Casa Bianca si fa sempre più infuocata. Dopo le gravi accuse mosse dall’ex first lady alla Russia, accusata di aver favorito il candidato repubblicano pubblicando le mail dei democratici, Trump ribatte con toni altrettanto accesi.

Trump ha accusato Hillary Clinton di non voler affrontare il tema dell’Islam radicale, pur avendo ricevuto finanziamenti da regimi che negano i diritti alle donne e agli omosessuali. Il magnate americano ha rivolto alla Clinton insulti pesanti, accusandola di essere il demonio e dicendosi preoccupato da possibili irregolarità durante il voto. La dichiarazione è arrivata nel corso di un incontro svoltosi a Columbus, in Ohio:

Ho paura che le elezioni saranno truccate, devo essere onesto. Nessuna prova, ma delle voci sempre più insistenti.

Già in passato i repubblicani avevano accusato i democratici di aver pilotato le primarie per far trionfare Hillary Clinton a svantaggio di Bernie Sanders. Nelle email diffuse dagli hacker si invitavano infatti gli elettori a esprimere una preferenza per la Clinton. La vittoria della Clinton su Sanders è stata schiacciante: l’ex segretario di Stato ha totalizzato ben 3,7 milioni di voti in più del suo avversario. Trump si è scagliato proprio contro Sanders, accusandolo di aver siglato un patto con il diavolo, arrendendosi a questa strategia.

Hillary Clinton in vantaggio su Trump nei sondaggi

Le probabilità di vittoria di Trump si assottigliano di ora in ora. Dopo aver accusato Trump di essere troppo vicino a Putin, la Clinton sembra essere passata in vantaggio. Gli ultimi sondaggi, a meno di 100 giorni dalle elezioni USA, vedono l’ex first lady al 52% dei voti contro il 43% di Trump. Un risultato che ribalta quello della scorsa settimana, quando Trump passò in vantaggio nei sondaggi subito dopo la convention di Cleveland.

Trump in queste ore deve anche rispondere alle rivelazioni pubblicate sul New York Times, che ha reso noti ben 5 esoneri dal servizio militare ottenuti dal magnate tra cui uno dovuto a un non meglio precisato disturbo al tallone.