Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump continua a far discutere. Questa volta la “sparata” di Trump riguarda i transgender e arriva – ancora una volta – dal suo profilo Twitter.

Contrariamente alla filosofia del predecessore Barack Obama, Trump scrive su Twitter che le persone transgender non potranno servire nelle forze armate degli Stati Uniti d’America.

“Dopo aver consultato i generali e gli esperti militari
- scrive Trump su Twitter -, siete avvisati che il governo degli Stati Uniti non accetterà né permetterà che individui transgender servano in alcuna unità dell’esercito. Il nostro esercito deve essere concentrato su vittorie schiaccianti e decisive e non può sostenere il tremendo costo medico e il disagio che i trangender nell’esercito comporterebbero”

Una decisione che rappresenta un vero e proprio dietrofront da parte del governo a stelle e strisce, che riporta il divieto di accesso all’esercito ai transgender rimosso nel 2016 durante la presidenza Obama dopo sei anni di lavoro cominciato con l’abolizione del “don’t ask don’t tell” (regola secondo la quale nessun militare deve dichiarare la propria omosessualità altrimenti viene radiato).