E’ ancora la Turchia ad essere sotto attacco: stavolta un’autobomba ha provocato due morti (un poliziotto e un dipendente del Tribunale di Smirne) oltre ad una decina di feriti. Tre i killer di cui due sono morti e uno si è dato alla fuga. Un attacco terroristico registratosi in un periodo di massima allerta in tutta Europa, Italia compresa, che ha visto colpire ancora una volta la Turchia nei pressi del Tribunale di Smirne.

Turchia ancora sotto attacco

Il governatore di Smirne, Ero Ayyildiz, ha fatto sapere che l’attacco terroristico sarebbe opera del Pkk curdo e che gli attentatori avessero con sé otto bombe a mano. Sul luogo in cui è avvenuto l’attacco sono giunte decine di ambulanze poiché non si conosceva il numero di persone in pericolo di vita né di quelle rimaste intrappolate all’interno del Tribunale di Smirne.

Turchia, le durissime parole di Erdogan

“La Turchia è sotto attacco contemporaneo di diversi gruppi terroristici che vogliono metterla in ginocchio. Non c’è nulla che non abbiano ancora provato ma non ci sono riusciti. Non possono mettere la nostra gente l’una contro l’altra. Non sono riusciti a distruggere la nostra unità e non ci riusciranno” ha dichiarato Erdogan a seguito dell’ennesimo attacco terroristico.