I resoconti sono scarni. Tutto quello che si sa è che, a causa di un’esplosione non meglio identificata, sarebbero morte due persone – mentre altre quattro sarebbero ferite. Il tutto sarebbe avvenuto nelle vicinanze di una centralina elettrica della rete Teas, sui cui alcuni addetti stavano facendo dei lavori di manutenzione, in un quartiere centrale di Istanbul.

Al momento non sono note le cause dell’esplosione. Tutto quello che si sa è che oggi sono state trovate altre tre bombe. Una delle tre sarebbe esplosa, senza provocare vittime, nei pressi di un’altra centralina elettrica – nel quartiere Faith. Gli altri due ordigni sono stati invece trovati e disinnescati dalla polizia turca. Il primo era sotto una statua del padre della patria Kemal Ataturk a Maltepe. Il secondo invece era ad una fermata dell’autobus a Sultangazi.

AGGIORNAMENTO: Smentite le notizie che in un primo momento parlavano di due morti e quattro feriti: l’ordigno esploso nel quartiere Fatih non ha provocato vittime. A rivendicare l’azione su Twitter è stato lo YDG-H, sigla che corrisponde ai giovani del Pkk, partito curdo clandestino.

photo credit: CharlesFred via photopin cc