UPDATE 17:50 – Purtroppo il bilancio dell’esplosione avvenuta a Diyarbakir, in Turchia, si è aggravato rispetto a quanto in precedenza comunicato. Secondo le ultime notizie, provenienti dal governatore della città curda, al momento si conterebbero tre morti e ben quarantacinque feriti. Fra questi ultimi dodici farebbero parte delle forze della polizia.

Sarebbero almeno quindi gli agenti di polizia rimasti feriti a causa dello scoppio di un’autobomba a Diyarbakir, cittadina curda situata nella parte a sud-est della Turchia. La notizia è giunta solo pochi minuti fa, le informazioni sono ancora alquanto frammentarie e tutte da verificare ma ciò che è apparso quasi immediatamente chiaro è che l’attacco fosse diretto proprio contro le forze di polizia della Turchia.

L’autobomba è esplosa in una zona piuttosto centrale della città di Diyarbakir, attorno alle ore 16:30 di questo pomeriggio, e a quanto pare lo scoppio sarebbe avvenuto al passaggio di un veicolo militare turco blindato. Probabilmente sono stati feriti anche alcuni civili perché la bomba è stata fatta brillare davanti al giardino di una sala da tè.

">

Al momento nella zona sono arrivati i soccorsi e le ambulanze che si stanno occupando dei feriti. La notizia che l’attacco fosse diretto alle forze di polizia della Turchia è stato lanciato, per il momento, dai media locali. 

">