Il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Diyarbakir, Tahir Elci, è stato ucciso in una sparatoria a Diyarbakir, in Turchia, e secondo le prime informazioni, sarebbe rimasto vittima di un agguato. La sparatoria, durante la quale è rimasto ucciso anche un poliziotto e sono stati feriti altre 3 individui, è avvenuta dopo una conferenza stampa organizzata nel distretto storico di Sur. Raggiunto da diversi colpi di pistola durante l’incontro pubblico, l’avvocato è morto nel giro di pochi minuti. La notizia è stata confermata dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan, come riferito dal sito web del giornale turco Hurriyet.

Avvocato per i diritti umani molto noto in Turchia, Tahir Elci era stato arrestato per poi essere rilasciato in attesa di giudizio il mese scorso. Noto per la sua posizione riguardo il Pkk, Elci affermava che il Pkk “non è un gruppo terroristico” ma “un’organizzazione politica armata con grande seguito”, mentre il governo di Ankara considera invece il Pkk una vera e propria “organizzazione terroristica”.

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha così commentato quanto avvenuto nella capitale del Kurdistan turco: ”Ho appena saputo che il presidente dell’Associazione degli avvocati Tahir Elci è morto e che un poliziotto è stato ucciso. Questo incidente mostra quanto sia nel giusto la Turchia nella sua lotta determinata contro il terrorismo”.