Di sicuro a Venezia si vedranno scene di ogni tipo, dato che si tratta di una delle città più visitate al mondo, ma quella di un turista picchiato dai camerieri per aver avanzato una lamentela riguardo una bistecca cotta in modo non eccezionale è forse un record.

Il protagonista della vicenda è un uomo di nazionalità fiamminga di circa 50 anni che in un noto locale di Venezia avrebbe avuto una rissa in seguito alla quale avrebbe riportato un occhio nero e alcuni denti rotti.

Stando ai racconti di alcuni testimoni presenti alla scena il turista, che aveva bevuto qualche bicchiere di troppo, si sarebbe trovato nel locale per festeggiare l’anniversario dei vent’anni di matrimonio. Sarebbe da attribuire all’alto grado alcolico raggiunto la richiesta di cambiare la bistecca, a dire dell’uomo cotta in maniera errata, e il successivo rifiuto di pagare il conto.

Al che si sarebbe scatenata la rissa, sulle cui dinamiche vi sono varie versioni su cui i carabinieri dovranno investigare per arrivare ad attribuire le responsabilità del caso, servendosi anche delle telecamere di sorveglianza.

Stando a quanto riporta la moglie del turista il consorte sarebbe stato aggredito di punto in bianco da tre o quattro camerieri, che lo avrebbero scaraventato a terra tempestandolo di colpi.

Secondo i proprietari del locale, invece, il primo colpo sarebbe stato vibrato dall’uomo, che avrebbe aggredito il cameriere che gli aveva portato il conto, strappandogli la camicia. Inevitabile, dunque, stando almeno a quanto riporta tale versione, l’intervento dei colleghi che avrebbero trascinato fuori dal ristorante il turista e da qui in avanti inizierebbe il pestaggio, che stando al referto medico sarebbe stato piuttosto violento.