Ci si prepara per l’inizio ufficiale dell’edizione 2012 dell’America’s Cup World Series che si terrà il 7 aprile a Napoli.

In questo week end di apertura, le imbarcazioni potranno gareggiare, uno contro uno, ancora però non si conscono gli accoppiamenti che verranno stabiliti in base alla classifica dell’AC World Series Fleet Race Championship.

Per quanto riguarda invece la giornata di domenica 8 aprile,  le squadre disputeranno tre regati di flotta di 15 minuti.

“Abbiamo apportato alcune piccole modifiche al format dopo la conclusione dell’evento di San Diego, che ha chiuso il 2011 – ha dichiarato il direttore dell’evento, Iain Murray – Ci siamo confrontati con i team e abbiamo fatto valere l’esperienza maturata nel corso delle tappe svolte nel corso dell’anno passato. Credo che il programma ora sia più forte: ogni regata conterà ai fini del campionato e tutti i team saranno impegnati tutti i giorni, particolare che riteniamo molto importante”.

Dopo due giorni di riposo, si ripartirà mercoledì 11 aprile per le regate di qualificazione per il Match Racing Championship che si disputerà poi il sabato 14 aprile.

Tra l’11 e il 14, i team gareggeranno per undici regate di flotta, cui seguirà una prova di 40 minuti che determinerà i 4 team che potranno accedere alle semifinali.

La manifestazione si concluderà poi il 15 aprile, quando si disputeranno gli AC500 Speed Trial, che vedrà vincitrice la squadra che percorrerà, nel minor tempo, un tragitto di 500 metri.

A seguito di questa gara, si partirà per la regata “Winner-takes-all”, al termine della quale si decreterà il vincitore del Fleet Race Championship.

Gli osservati speciali del 2012 sono l’Artemis Racing e Luna Rossa, in merito alla partecipazione di quest’ultima, Ian Murray ha dichiarato quanto sia “davvero fantastico vedere che un team come Luna Rossa ha deciso di unirsi all’AC World Series. Già nelle ultime fasi delle tappe disputate nel 2011 abbiamo visto quanto è cresciuto il livello della flotta, con i team francesi e Team Korea in grado a più riprese di inserirsi nella lotta di vertice. A Napoli, con Luna Rossa tra le boe, le regate non potranno essere che combattute ed entusiasmanti”.