E’ stata una settimana molto intensa quella appena trascorsa: tanti gli avvenimenti che hanno interessato la politica non solo italiana, ma anche internazionale. Vediamo insieme quali sono stati, quindi, gli hashtag più utilizzati su Twitter negli ultimi 7 giorni:

#Decadenza: la tendenza è stata presente anche nei primi giorni della scorsa settimana, quando tanti italiani (e non solo), hanno continuato a commentare, in alcuni casi anche molto ironicamente, la sconfitta politica del Cavaliere.

#PrimariePD: dopo la #Decadenza che ha impazzato su Twitter, è stato il turno di questo hashtag politico ad aver avuto la meglio sui trend della settimana. L’Italia (o meglio gli elettori del PD) ha deciso di “cambiare verso” (cit.), come dimostra il milione e mezzo circa (pari a quasi il 68%) di voti presi da Matteo Renzi che si aggiudica, quindi, la poltrona da segretario del PD. Durante l’8 dicembre, giorno delle Primarie, questo hashtag ha toccato quota 70.300 tweet, segno che, gran parte del Bel paese e non solo, stava seguendo l’andamento delle primarie.

#Mandela: il 5 dicembre scorso, nella sua casa di Houghton a Johannesburg, moriva Nelson Mandela. La sua scomparsa ha toccato i cuori di tanti e su Twitter hanno spopolato citazioni e foto che lo commemoravano facendolo diventare una tendenza in tutto il mondo. Sono stati, quindi, 371.590 tweets postati su #Mandela, quasi 259mila sono stati scritti tra le 22.50 e le 23.50 circa (orario dell’annuncio). Capi di Stato, politici, personaggi famosi, organizzazioni umanitarie, praticamente tutti hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa di Madiba.

#finaldraw: lo scorso 6 dicembre, al Resort Costa do Sauipe di Bahia, si sono svolti i sorteggi per i prossimi mondiali brasiliani. L’hashtag #finaldraw, nella giornata dei sorteggi, ha raggiunto 75 mila menzioni, rimanendo nei TT per quasi tutta la giornata, ovviamente in tutto il mondo.

#allertameteoBAS: le piogge battenti colpiscono la Basilicata, ma anche il resto del sud d’Italia creando non pochi problemi alle popolazioni meridionali che devono affrontare la paura di una situazione che rischia di aggravarsi ulteriormente. A creare polemica sul Social Network è il silenzio dei media che dopo la tragedia avvenuta qualche giorno fa in Sardegna sembra aver perso interesse per la questione.

photo credit: romana klee via photopin cc