Ryan Lawrence, 25 anni ha ucciso la figlia di soli 21 mesi lo scorso febbraio, colpendola ripetutamente con una mazza da baseball fino a quando la piccola non è morta.

Maddox, questo il nome della bambina, era sopravvissuta ad una rara forma di cancro agli occhi, dalle indagini pare che il giovane fosse geloso della attenzioni che la piccola riceveva ogni giorno a causa della malattia.

Ha cosi, lasciato un biglietto alla moglie dove le ha fatto capire le sue intenzioni, successivamente ha confessato di aver cercato di bruciare il corpo della bambina ma di non esserci riuscito, quindi di averlo gettato in acqua ancorato con dei blocchi di cemento.

È stato lui stesso a far ritrovare il cadavere agli investigatori. Bil Fitzpatrick, il procuratore distrettuale ha dichiarato: “Senza entrare troppo nel dettaglio la confessione di Ryan Lawrence allude a un senso di gelosia per l’attenzione che questa bambina riceveva ogni giorno”. Ora rischia 25 anni di carcere.