Mercoledì mattina tre bambini tra gli 8 e i 12 anni sono stati ritrovati senza vita in un SUV parcheggiato nella zona sud di Los Angeles e il padre, rinvenuto gravemente ferito al posto di guida, è stato portato in ospedale ed è attualmente considerato il sospetto principale.

Dai primi esami pare che i tre bambini – identificati da un membro della famiglia come Juan, Alex e Luigi Fuentes – siano stati accoltellati, così come sarebbero ferite da arma bianca autoinferte quelle rinvenute sul corpo del padre, Luis Fuentes.

L’uomo di circa 30 anni è stato ritrovato sanguinante e privo di conoscenza: se sopravviverà al ricovero verrà arrestato e interrogato dalle forze dell’ordine. Il movente dell’orribile triplice omicidio e del tentativo di suicidio non è stato ancora svelato: da quanto si sa Fuentes non sarebbe stato protagonista di precedenti episodi di violenza domestica o guai con la giustizia.

Alcuni vicini dei Fuentes hanno raccontato che la madre dei tre bambini è morta 3 anni fa e da allora in famiglia ci sarebbero state delle tensioni in seguito alla decisione del padre di risposarsi con un’altra donna (la quale per fortuna è illesa). Una fonte che ha preferito rimanere anonima ha rivelato che martedì la matrigna avrebbe cercato di buttare fuori di casa i tre ragazzi, forse scatenando così la disperazione di Fuentes, disoccupato da qualche tempo.