Per giorni, e forse da anni, a Firenze si è vissuto l’incubo del serial killer. Come vi avevamo già raccontato (qui tutti i dettagli), pochi giorni fa, nella città toscana, è stato rinvenuto il corpo di una donna. La vittima, una giovane romena, si trovava sotto un cavalcavia, nuda e lega ad una sbarra di ferro, come se fosse stata crocifissa dal suo aguzzino.

Un’altra donna, scampata a quello che sembra essere un omicida seriale di prostitute, ha raccontato di aver subito un trattamento simile due anni fa e ha assicurato che sarebbe in grado di riconoscere l’uomo.

E’ invece di oggi la notizia che il presunto omicida è stato catturato nella sua casa di via Locchi, nei pressi dell’ospedale di Careggi, periferia nord di Firenze. L’uomo è un idraulico fiorentino di circa 55 anni e su di lui, al momento, pende solo l’accusa in merito alla donna romena ritrovata morta il 5 maggio scorso. Per quanto riguarda episodi simili accaduti nel corso degli anni, è ancora presto per poter parlare di serial killer.