Torna la paura per il nucleare in Ucraina, dove nella notte un incendio è divampato all’interno della centrale nucleare di Iuzhnoukrainsk, nella regione meridionale di Mykolaiv, facendo scattare l’allarme internazionale. Lo riportano le agenzie russe che citano la protezione civile ucraina, secondo la quale le fiamme sarebbero divampate verso le 22, ora locale (le 21 ora italiana), a causa di un cortocircuito ad uno dei trasformatori della centrale stessa. Immediatamente  è entrato in funzione il sistema di allarme anti incendio e le squadre addette alla sicurezza sono intervenute per domare l’incendio ed evitare che le fiamme si propagassero ad altre zone ed apparecchiature. L’incendio è tuttavia divampato per oltre un’ora, ed è stato spento solo poco prima della mezzanotte (le 23 in Italia), dopo aver interessato un’area di circa 100 metri quadrati.

Immediati i controlli nell’area circostante: secondo l’ente atomico statale Energoatom, il livello di radioattività attorno alla centrale è comunque rimasto nella norma, ma la paura è stata tanta, riportando la questione sulla sicurezza degli impianti nucleari per la produzione di energia elettrica al centro del dibattito internazionale.