La protagonista di questa triste vicenda è una ragazzina di origini nordafricane, studentessa in un istituto superiore di Udine che adesso è stata allontanata dalla sua famiglia e trasferita in una struttura protetta. La giovane, infatti, sarebbe stata picchiata dalla madre poiché non voleva portare il velo islamico. Un’imposizione a cui la ragazzina ha voluto sottrarsi e che le è costata cara. Al pronto soccorso le sono state riscontrate una ferita al labbro a persino delle contusioni giudicate guaribili in tre giorni.

Non indossa il velo in classe

In realtà la ragazzina il velo lo indossava eccome: ogni mattina, prima di uscire di casa e anche quando terminavano le lezioni. L’unico momento in cui lo toglieva era a scuola. Martedì pomeriggio, però, la madre sarebbe arrivata prima del previsto e così l’avrebbe sorpresa senza velo: una volta arrivati a casa, l’avrebbe picchiata. Con lei non c’era il marito, poiché fuori per lavoro, che comunque sarebbe stato avvisato dalla moglie.

La picchia perché non porta il velo

A chiamare la Squadra Mobile è stato il dirigente scolastico della sua scuola dopo che la ragazzina ha raccontato tutti i particolari dell’aggressione alle insegnanti. La madre, intanto, avrebbe ammesso di aver alzato le mani alla figlia ma non per motivi di tipo religioso.