Uno degli invincibili del wrestling degli anni ’80 – ’90 ci ha lasciato: The Ultimate Warrior. Insieme ai mitici Hulk Hogan e “Macho Man” Randy Savage, è stato un dei protagonisti della disciplina di marca stelle e strisce, rendendo popolare questo sport anche fuori dai confini americani.

Le cause della morte non sono ancora state rese ufficialmente note, ma secondo indiscrezioni James Hellwig, questo il vero nome di Ultimate Warrior, sarebbe deceduto in seguito ad un arresto cardiaco mentre passeggiava con la moglie. Lo scorso 5 Aprile l’ultimo guerriero del wrestling era stato inserito nella Hall of Fame della WWE, il magico Olimpo del Wrestling.

Fisico statuario, sempre con il suo trucco sul viso a simulare una sorta di guerriero indiano, The Ultimate Warrior ci lascia a soli 54 anni, dopo una lunga carriera sul ring iniziata nel 1987. L’apice lo raggiunse nel 1990, quando conquistò il titolo di campione del mondo, sconfiggendo il mitico Hulk Hogan.

La morte di Ultimate Warrior è stata annunciata dal sito ufficiale della WWE. Uno dei primi messaggi di cordoglio alla famiglia, è stato inviato dal nemico-amico Hulk Hogan, che in un tweet ha così voluto salutare James Hellwig: “RIP Warrior. Only love. HH” (“Riposa in pace Warrior. Solo amore.)

Credit Foto: Facebook

Raffaele Romeo Arena su TwitterGooglePlus e Facebook