Ha 80 anni, è rimasto senza casa e senza lavoro. Lui si chiama Umberto e ha deciso di raccontare la sua storia a “Pomeriggio Cinque”, il programma condotto da Barbara d’Urso su Canale 5. L’uomo, infatti, è costretto a sopravvivere nella sua Milano con una pensione che a stento gli consente di garantirsi un pasto: “Per sei anni ho dormito sugli autobus. Non me ne vergogno, ora sono in attesa di una casa popolare anche se mi appoggio ai centri di assistenza qui in città”.

Con 500 euro al mese, a Milano, è impossibile vivere. Sotto la soglia di povertà, si è visto costretto a dormire sugli autobus. Non aveva altra scelta. Queste le sue parole a “Pomeriggio Cinque” dove ha raccontato la sua storia:

Ho fatto degli errori e ho perso la mia attività. Ora chiedo solo un lavoro, sono un barman professionista.

Umberto, che ha già 80 anni e che dunque difficilmente potrà trovare un lavoro (quello di barman, che lui chiede a gran voce) aggiunge di essere stato lasciato da solo, persino dalla sua famiglia:

I miei figli non sanno e non devono sapere che sono un barbone.

Quando il giornalista ha provato a chiamare sua figlia, lei non ha risposto. Umberto, intanto, sogna una vita dignitosa, almeno una casa in cui dormire.