Un funerale per lo scheletro della scuola, a seguito di una scoperta stupefacente. È questa la singolare iniziativa di un istituto superiore inglese, dopo aver tracciato le origini delle ossa, da tempo impiegate per l’insegnamento della scienza e dell’arte.

Il tutto è accaduto a Liverpool, presso una scuola superiore di Haydock, dove da diversi anni è presente uno scheletro umano per l’insegnamento di alcune materie scolastiche. Negli ultimi tempi è emerso come le ossa in questione non fossero delle riproduzioni, bensì dei resti in tutto e per tutto umani. Così la scuola ha optato per una degna sepoltura, consegnando Arthur – questo il nome con cui in modo colloquiale gli studenti si sono sempre riferiti allo scheletro – al riposo eterno. Dalle ricostruzioni, sembra che lo scheletro possa risalire a oltre 100 anni fa e, non ultimo, come possa essere appartenuto a un uomo indiano tra i 25 e i 30 anni.

Sandra Morris, portavoce della Christ Church United, ha fatto sapere come la cerimonia si sia svolta con rito cristiano, data l’origine religiosa dell’istituto, integrando però delle pratiche hindu per onorare la supposta provenienza dello scheletro. «Abbiamo desiderato riconoscere – riporta UPI – come in entrambe le religiosi l’anima prosegua oltre il corpo, anche se il suo spirito ha lasciato lo ha lasciato molto tempo fa».

Fonte: UPI