Un messaggio in bottiglia datato 1823 solca i mari dei social network, ma non convince tutti i navigatori. È la vicenda virale che sta coinvolgendo un gran numero di utenti online, pronti a dividersi in fazioni per stabilire se l’antica missiva sia vera oppure un falso moderno. Un caso che sta appassionando sempre più individui, pronti a trasformarsi in novelli Sherlock Holmes.

Le immagini sono state caricate su Imgur e Reddit dall’utente Thomas Crown 001, il quale ha affermato la bottiglia sia stata rinvenuta dal fratello. All’interno del contenitore in vetro, una lettera ingiallita, datata 1823. Poco dopo la pubblicazione, così come riporta il Mirror, alcuni utenti hanno però sollevato dubbi sull’autenticità: secondo Pelham 124, infatti, il testo sarebbe stato realizzato con il font Brush Script MT oppure Violin Script, a 18 punti su un normale foglio A4. Quindi la lettera sarebbe stata ingiallita per farla apparire antica. Ne è nata quindi una fitta discussione tra sostenitori e detrattori della teoria del falso: vera lettera, di conseguenza, o sapiente trovata virale? Al momento, non vi sono risposte univoche sul caso.

Whats in the bottle?

Fonte: Mirror