Con l’avvicinarsi della 69esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, vengono confermati i primi premi speciali.

Tra questi quello Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker istituito nel 2006 che quest’anno verrà consegnato all’attore, produttore e regista americano Spike Lee.

Il premio, assegnato in passato anche ad Al Pacino, Sylvester Stallone e Abbas Kiarostami, ogni anno identifica una personalità che ha lasciato un segno particolare nel contesto del cinema contemporaneo internazionale.

“Spike Lee è uno spirito creativo e combattivo, autore di film audaci e corrosivi, spesso imprevedibili e provocatori nel senso migliore del termine. Capaci cioè di costringerci a rivedere i nostri pregiudizi e le nostre idee preconcette”, queste le parole del Direttore della Mostra, Alberto Barbera, che commenta le motivazioni della scelta di quest’anno.

Alla consegna, prevista per il 31 agosto, seguirà la proiezione del nuovo documentario dello stesso Spike Lee, ‘Bad 25’ che è stato realizzato in onore dei primi 25 anni di vita dell’album che ha reso Michael Jackson il Re indiscusso del Pop, ‘Bad’.