Sembrava un semplice test di matematica invece è diventata una questione che ha scosso l’opinione pubblica americana. Al quesito 5×3 una bambina di terza elementare ha scritto giustamente che il risultato è 15, con accanto il semplice procedimento in cui mostrava di aver sommato tre volte il numero 5.

Secondo la maestra il risultato, però, è sbagliato e così la mamma della piccola studentessa, sconvolta dell’esito del compito, ha voluto postare sui suoi profili social la foto del test della figlia che ha fatto in poche ore il giro del web guadagnandosi ben tre milioni di visualizzazioni. Purtroppo non si tratterebbe di un errore di valutazione dell’insegnante, ma di una questione ben più complessa. Da qualche anno, infatti, alcuni paesi degli Stati Uniti  hanno adottato il “Common Core“, una riforma che riguarda i programmi e gli insegnamenti di inglese e matematica nelle scuole elementari e medie. In poche parole, secondo la suddetta riforma la soluzione di 5×3 non equivarrebbe a 5+5+5 ma 3+3+3+3+3. Si tratterebbe della semplice proprietà commutativa, secondo la quale il risultato è identico, ma a cambiare è il procedimento. La “Common Core” sarebbe stata adottata, quindi, solo per far abituare i bambini ad un ragionamento diverso che sarà loro utile quando dovranno affrontare una matematica più complessa. Sicuramente una buona idea dal punto di vista didattico ma che i genitori dei poveri studenti non riescono proprio ad accettare, tanto da far scatenare polemiche che non si placheranno facilmente.