Clamorosa rissa a causa dei cori razzisti

Inaccettabile, la partita tra Under 21 di Serbia e Inghilterra a fine gara ha visto scatenarsi una clamorosa rissa tra giocatori di entrambe le squadre e il pubblico.
Dany Rose, giocatore inglese di colore è stato bersaglio per tutta la partita di cori ed insulti razziali, ogni qual volta toccava il pallone i tifosi avversari facevano il verso della scimmia, a fine gara il giocatore uscendo dal campo ha scagliato il pallone sulle tribune e rientrando negli spogliatoi è stato vittima di un fitto lancio di mometine, accendini e pietre, intervistato il giocatore ha commentato: “sono stato colpito da monetine, pietre, oggetti di ogni tipo, mentre rientravo negli spogliatoi”.
Nei minuti finali di gara quando l’Inghilterra è riuscita a passare in vantaggio e a conquistare la conseguente qualificazione agli europei di categoria dagli spalti un gruppo di facinorosi hanno invaso il campo e si è accesa una clamorosa rissa tra i componenti delle due squadre, il tecnico Serbo ha colpito con una testata quello Inglese, ora la federazione di oltremanica ha aperto un’inchiesta con la Uefa e vorrebbe una severa punizione per la federazione Serba.
Anche Paul Ince ha commentato la vicenda: “Queste sono scene orrende che ci riportano ai tempi bui del football e che non volevamo più vedere. Ci vorrebbe una punizione severa, io darei dieci anni di squalifica alla Serbia da tutte le competizioni internazionali, Mondiali ed Europei. Purtroppo temo che invece riceverà una piccola ammenda e tutto continuerà come prima”.