Le prime celebrazioni di unioni civili introdotte dal ddl Cirinnà potrebbero essere fissate già entro Ferragosto. L’annuncio è arrivato dal presidente della sezione Atti Normativi del Consiglio di Stato Franco Frattini. Il Consiglio si è espresso a favore del decreto che istituisce i registri delle unioni civili.

La celebrazione delle nozze gay sarà garantita anche in caso di obiezione di coscienza da parte dei sindaci, a dispetto dei mal di pancia di diversi primi cittadini leghisti. Il provvedimento  sancisce infatti che la celebrazione sia affidata a un ufficiale civile e che, proprio come avviene con i matrimoni tradizionali, questa funzione possa essere assunta tramite delega del sindaco anche da consiglieri e altri funzionari comunali.

Frattini ha espresso soddisfazione per il riconoscimento di un diritto finora negato in Italia:

Con il parere sul decreto sulle unioni civili stamane il Consiglio di Stato ha acceso la luce su un diritto. Un provvedimento di cui vi era assoluta urgenza che, con il nostro parere, oggi può essere adottato immediatamente e consentire a chi ha già presentato domanda ai Comuni di avviare il procedimento.

A partire dalle prossime settimane grazie al semaforo verde del Consiglio di Stato le celebrazioni potranno essere trascritte nei registri dello Stato civile, in attesa che vengano emanati i decreti attuativi della legge. Frattini ha invitato il Governo ad accelerare l’iter del provvedimento per permettere alle coppie gay di sposarsi già nel mese di agosto.

Cirinnà: impianto legge sulle unioni civili è corretto

Soddisfatta anche la senatrice del Partito Democratico Monica Cirinnà, promotrice della legge sulle unione civili:

Siamo molto soddisfatti, il parere del Consiglio di Stato conferma che l’impianto della legge sulle unioni civili è corretto: si tratta del rispetto dell’art. 2 e 3 della Costituzione e finalmente i sindaci avranno a brevissimo, entro 15 giorni, la modulistica necessaria. Entro Ferragosto si faranno le unioni civili e questo Paese diventerà più ricco di felicità e inclusione per tutti.