STALKING: termine inglese che sta ad indicare una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo che affligge un’altra persona, perseguitandola e generandole stati di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità. Questo tipo di condotta è penalmente rilevante, rubricata come atti persecutori (articolo 612 bis del Codice penale).

Ho avuto modo di parlare con il Codacons che ha aperto uno “Sportello Stalking” e offrirà gratuitamente consulenze legali e psicologiche per aiutare le vittime a liberarsi dal terrore e dall’ansia che troppo spesso si manifestano in coloro che vengono fatti oggetto di condotte persecutorie.

Esistono 5 categorie di stalker:

- IL RISENTITO: si tratta di solito di un ex-partner che desidera vendicarsi per la rottura della relazione sentimentale causata, a suo avviso, da motivi ingiusti;

- IL BISOGNOSO D’AFFETTO: colui che pretende di essere amato; agisce soprattutto nell’ambito di rapporti professionali particolarmente stretti come quello tra il paziente e lo psicoterapeuta;

- IL CORTEGGIATORE INCOMPETENTE: è un soggetto con problemi relazionali ed è tra le categorie più aggressive

- IL RIFIUTATO: colui che è stato allontanato e non si da pace,da una parte desidera ristabilire la relazione mentre dall’altra vuole solo vendicarsi per l’abbandono subito;

- IL PREDATORE: di questa categoria ne fanno parte anche i pedofili, solitamente ha l’obiettivo di terrorizzare la vittima.

In Italia le fasce più colpite sono quelle dei 18-24 anni solitamente attaccate da corteggiatori, predatori, e dai 35-44 colpite dai rifiutati.

Uno dei primi atteggiamenti da assumere se si è vittime di stalking è quello di essere indifferenti, non dare spazio al persecutore. Cambiare spesso la routine, non dare modo di far conoscere troppo bene le nostre abitudini, così da poterlo depistare. Un’altra buona abitudine è tenere un diario dove segnare tutte le sue mosse, in modo da dare alle forze dell’ordine un reportage dettagliato. Altro buon consiglio, se si è pedinate, andare direttamente al primo Comando a voi più vicino, così da far in modo di farlo beccare in fragranza di reato.

Non vergognatevi mai di denunciare.

Il numero verde del Codacons è 800199641 e la mail per qualsiasi informazione sportello.stalking@codacons.info

(Seguite Elisa anche sul suo sito ufficiale: Elisadospina.com!)

Leggete anche:

Miss Italia selezioni: quelle taglie 44 considerate grasse dalla RAI

Vittoria Schisano ci svela: “Sono libera e tormentatamente serena”

Legge contro Anoressia in Israele: un passo forte e importante per la moda.

Photoshop ha cambiato il nostro modo di vedere le foto?

e-Commerce: una realtà che conosce poco la crisi.

Pubblicità volgari: quando lo slogan mortifica le donne.

Moda e web, fashion blogger o modelle di internet?