Un uomo affetto da disturbi psichiatrici avrebbe ucciso la propria madre e poi avrebbe nascosto il suo corpo all’interno di un’intercapedine. Dopo aver compiuto il gesto, il cinquantenne ha chiamato il 112 e confessato tutto ai carabinieri. Il drammatico avvenimento è accaduto a Roma, in via Amipsia, nella zona di Casalpalocco.

Ad intervenire sul luogo i carabinieri della compagnia di Ostia, che hanno rinvenuto il cadavere della donna proprio nel posto indicato dall’uomo. La vittima, una signora di ottant’anni, faceva parte di una famiglia molto conosciuta all’interno del quartiere di residenza. Rimasta vedova da qualche anno, la donna viveva con il figlio cinquantenne.

Con quest’ultimo, affetto da problemi di natura psichiatrica, la vittima avrebbe discusso e litigato più volte e a quanto pare nel quartiere la vicenda era già abbastanza nota. Da quello che alcuni abitanti della zona avrebbero dichiarato, l’uomo veniva spesso avvistato passeggiare solitario, in compagnia solo del suo cane.