Attimi di terrore questa mattina a Napoli, in zona Centro Direzionale, poco distante dalla stazione della Circumvesuviana. Un extracomunitario ha aggredito alle spalle una guardia giurata e le ha rubato la pistola. L’uomo con l’arma si è poi aggirato nella piazza e ha tentato di fare fuoco. Solo una casualità ha fermato la sua mano: la pistola era scarica.

Uomo tenta strage: la ricostruzione degli inquirenti

Secondo le prime indagini l’uomo di colore, poco dopo le 7:00 di questa mattina, si sarebbe avvicinato di soppiatto alle spalle di una guardia giurata del Centro Direzionale spingendola a terra. Il vigilantes è caduto dopo aver tentato di reagire inutilmente. L’uomo infatti, avvantaggiato dall’effetto sorpresa, lo ha sopraffatto e malmenato. Alla fine della colluttazione l’aggressore gli ha rubato la pistola d’ordinanza e poi è corso in strada puntandola addosso ai passanti.

Le vie erano già affollate nonostante l’ora. I passanti hanno tentato di trovare rifugio nei negozi che proprio in quel momento stavano aprendo le serrande, nei bar e nei portoni dei palazzi. Per fortuna il piano del folle non è andato per il verso giusto. La pistola infatti non aveva colpi in canna e l’uomo non è riuscito a fare vittime.

A quel punto visti fallire i suoi intenti ha tentato di darsi alla fuga, ma non è riuscito ad andare lontano. Le autorità infatti, immediatamente allertate dalla guardia giurata, lo hanno inseguito e catturato a pochi isolati di distanza. Al momento l’attentatore si trova presso gli uffici del commissariato di polizia dove è in corso l’interrogatorio. Non ha documenti d’identità con sé e, almeno per adesso, non ha confessato cosa l’ha spinto a questo folle gesto. Resta da capire se si sia trattato di un’azione da squilibrato o se l’uomo sia un lupo solitario dell’Isis. Per averne la certezza è scattato il protocollo antiterrorismo. Secondo quanto riferisce il 118 a parte la guardia giurata ferita e qualche persona che ha avuto un malore per lo spavento, non si registrano vittime.