Ha dell’incredibile la storia che proviene dalla provincia di Hubei, nella Cina orientale, dove un uomo si sarebbe risvegliato nel mentre del suo funerale. Stando a quanto riportano le fonti asiatiche, l’uomo avrebbe cominciato a piangere poco prima della sepoltura, per la gioia e lo stupore dei famigliari.

Secondo le ricostruzioni apparse su Metro, il protagonista della vicenda si sarebbe si sarebbe accasciato nel tentativo di raccogliere una sigaretta, il tutto dopo una normale serata in compagnia con gli amici per un drink. Una corsa in ospedale e il verdetto: un coma dovuto a un’emorragia cerebrale. Dopo tre mesi di ricovero, la chiamata che la moglie non avrebbe mai voluto sentire: la conferma del decesso. Eppure l’uomo, un quarantacinquenne, pare morto non fosse. Risvegliatosi alla cerimonia per le esequie, è tornato in ospedale tra lo stupore dei medici: «non abbiamo mai visto nulla di simile». Ora rimarrà in osservazione per qualche tempo, per analizzare gli eventuali danni cerebrali dovuti al singolare incidente.

Fonte: Metro

Immagine: Religion, death and dolor – undertaker at funeral standing in front or urn via Shutterstock