È davvero terribile quanto accaduto in Gran Bretagna: un uomo di 37 anni, Mark Ahmed, è stato appena condannato ad oltre diciassette anni di carcere per aver violentato una bambina di due anni e ripreso l’intera scena con la webcam, trasmettendola via Skype. L’allarme e la ricerca per arrestarlo sono partiti quando l’uomo ha contattato una donna americana, Roxanne Chapin, per proporle addirittura di fare un figlio insieme e poi abusarne.

Oltre ad aver inviato video e frasi oscene, con proposte terribili ai suoi contatti su Skype, Ahmed avrebbe appunto violentato una piccola di appena due anni trasmettendo tutto in diretta su Skype. Davanti ai propri contatti l’uomo affermava che la bambina era troppo sexy e che per farla calmare e abusare di lei si serviva dei cartoni animati di Peppa Pig, l’unica soluzione valida per farla star buona.

La ricerca di Ahmed è partita dagli Stati Uniti, dopo che la polizia è riuscita ad intercettare il materiale inviato alla Chapin. Una volta accertato che l’uomo risiedeva nel Regno Unito, le forze dell’ordine americane hanno contattato quelle inflesi affinché l’uomo venisse fermato. E così è stato. Ahmed è stato tratto in arresto e adesso è stato anche condannato. L’uomo è stato sottoposto anche ad alcuni accertamenti, da cui è risultato evidente che soffrisse di una sindrome post-traumatica da stress.

Oltre alle accuse che gli sono state contestate, l’uomo ha confessato di aver commesso anche altri abusi e aggressioni su bambini molto piccoli, tutti inferiori ai tredici anni di età.