Una donna indiana ha urinato per un anno nel della suocera e di altri familiari. Non si tratta semplicemente dell’annoso rapporto tra nuore e suocere, come spesso accade anche nelle famiglie più serene, ma di una forma di protesta estrema e silenziosa nei confronti di un matrimonio combinato mai accettato. Succede nel distretto di Indore, nell’India centrale.

Il tutto sarebbe emerso qualche giorno fa: Rekha, una donna di 30 anni, è stata scoperta in cucina dalla suocera mentre urinava nelle tazze di tè che, a breve, avrebbe consegnato ai membri della famiglia. Colta sul fatto ha ammesso: «l’ho fatto per un anno intero». Stando a quanto riportato dalle fonti locali, la giovane non avrebbe mai accettato il matrimonio combinato con Deepak, un trentaquattrenne forse colpevole di eccessive pretese nei confronti della consorte. «Suo marito la trattava come una schiava», afferma un amico, tanto che la giovane avrebbe cercato più volte di separarsi dal compagno. «Sebbene sapessimo di non piacerle, non abbiamo mai avuto idea di quel che stesse facendo», ha spiegato la suocera Suraj. «Ci ha sempre offerto del tè sorridendo e noi abbiamo sempre accettato. Un giorno, però, sono andata in cucina e l’ho trovata a urinare nella teiera. Non puoi urinare nel tè di qualcuno e pensare di farla liscia: vogliamo giustizia». La coppia vivrebbe ora separata.

Fonte: Mirror