Dalle 3 alle 4.30 del mattino (ora italiana) Hillary Clinton e Donald Trump si sono sfidati nel loro prima faccia a faccia televisivo che ha catalizzato l’attenzione di 100 milioni di americani, chiamati al voto per scegliere il prossimo Presidente degli States, il successore di Barack Obama. Un dibattito sereno, con continui attacchi ma mai con l’uso della violenza verbale. Sarebbe bastato sbagliare una sola risposta per mandare all’aria mesi di campagna elettorale dai toni accesi. La Clinton, tra l’altro, nei suoi interventi, ha auspicato una parità retributiva tra uomini e donne mentre Trump ha spiegato che i posti di lavoro non devono più finire all’estero, ad esempio in Cina.

Faccia a faccia tra Hillary Clinton e Donald Trump

Donald Trump renderà pubblica la sua dichiarazione dei redditi? Secca la risposta del candidato alla Casa Bianca: “Sì, lo farò quando Hillary diffonderà le 33mila email che ha cancellato”. E ancora: “Dobbiamo riportare la legge e l’ordine negli Usa” ha aggiunto, riferendosi all’uccisione di afroamericani da parte della polizia accusata di razzismo. “Donald fa le lodi di Putin ma Putin sta giocando la sua partita con noi” ha dichiarato la candidata democratica Hillary Clinton il cui obiettivo, adesso, è quello di sconfiggere l’Isis e ad appoggiare i curdi. Trump, invece, si è lasciato andare a qualche battuta sulla salute della Clinton che, qualche settimana fa, aveva avvertito un malore in pubblico.

Hillary Clinton vince il primo dibattito

Prossimi dibattiti il 9 e il 19 ottobre. La Cnn, intanto, ha diffuso un sondaggio secondo il quale a vincere questo primo dibattito presidenziale sarebbe stata la Clinton con un consenso del 62% contro il 27% di Donald Trump. Di diverso avviso i lettori del Washington Post-Abc per i quali la candidata democratica è ritenuta onesta dal 36% degli elettori a fronte del 45% di preferenze per Donald Trump.