Usa, un afroamericano apparentemente disarmato è stato ucciso da un agente di polizia che lo aveva fermato perché alla giuda di un’ auto sprovvista di targa anteriore. L’ episodio è accaduto nel pomeriggio di domenica a Cincinnati, cittadina nel sud ovest dell’ Ohio. A riferirlo è la Cnn, che ha identificato la vittima in Samuel Dubose, 43 anni e padre di tredici figli. L’ uomo non era certo nuovo alle forze dell’ ordine e in passato aveva subito una sessantina di arresti, ma mai per porto d’ armi o crimini violenti.

Secondo la ricostruzione fornita dall’ agente Ray Tensing, dopo essere stato fermato alla guida dell’ autovettura priva di targa, Samuel Dubose sarebbe stato invitato ad esibire la patente, ma invece di consegnare il documento avrebbe estratto una bottiglia di alcolici. Il poliziotto gli avrebbe quindi intimato di scendere dall’ auto e a questo punto la vittima avrebbe chiuso la portiera, ingranato la prima e sarebbe ripartito bruscamente, urtando Tensing. Sbilanciato, il poliziotto dichiara di essere caduto a terra e di aver esploso un solo colpo di pistola, che ha però colpito Samuel Dubose alla testa, causandone la morte immediata. Nella caduta, il poliziotto si è lacerato i pantaloni della divisa e ha riportato varie escoriazioni alle gambe.

Sull’ accaduto è stata aperta un’ indagine e la polizia è attualmente impegnata per accertare i fatti e ricostruire l’esatta dinamica del triste episodio. L’ auto del poliziotto non era infatti  munita di telecamera, ma l’ intera scena è stata ripresa da alcuni impianti di videosorveglianza. La polizia fa sapere che non saranno forniti ulteriori dettagli e le immagini del filmato acquisito non saranno diffuse fino a quando l’ indagine non sarà ufficialmente conclusa.  Alla luce degli episodi di violenza che hanno recentemente scosso gli Usa, l’ agente Ray Tensing è stato nel frattempo messo in ferie.