Dopo una lunga e frenetica caccia all’uomo la polizia ha arrestato l’uomo responsabile dell’ennesima strage che ha sconvolto gli USA: si tratta di Arcan Cetin, un ragazzo di origini turche, identificato come colui che si è introdotto nel centro commerciale di Burlington, Seattle, per poi aprire il fuoco con un fucile sulla folla, uccidendo cinque persone.

Di soli 20 anni, Cetin è stato descritto da chi lo conosceva come molto timido, e con alcuni problemi relazionali a scuola, dove era stato più volte ripreso e per il suo comportamento aggressivo e all’interno della quale aveva pochi amici.

Il suo arresto è arrivato a più di 24 ore dalla strage compiuta nel reparto cosmetici di Macy’s. Il ragazzo è stato identificato grazie a un testimone e dopo l’analisi dei video di sorveglianza del centro commerciale, nei quali è stata notata una vettura legata proprio al sospetto.

Cetin era già stato accusato tre volte di aggressione domestica, e la vittima era stata sempre la stessa, ovvero il patrigno: secondo i verbali del tribunale appare chiaro che il ragazzo, al quale al momento non è ancora stato attribuito un capo d’imputazione, stava attraversando un momento di difficoltà sia dal punto di vista emotivo che mentale.

L’FBI ha reso noto in un comunicato che in questo momento la pista del terrorismo sembrerebbe da escludere e pertanto non ci sarebbero indizi riguardanti ulteriori attacchi nell’intero Stato di Washington.

Il motivo che ha portato Cetin all’insano gesto non è ancora noto, ma niente lascia credere che abbia avuto un complice nella strage o che il 20enne si sia accanito contro degli obiettivi specifici.