Barney Fuller, 58 anni, cittadino americano, 13 anni fa ha ucciso una coppia di vicini. Un omicidio che l’uomo ha confessato, dichiarandosi colpevole fin dal primo momento, rimanendo per anni in attesa di essere condannato. L’uomo, però, ed è questo ciò che stupisce, aveva chiesto di essere giustiziato il prima possibile perché non ne poteva più di aspettare. “Sono stanco di attendere” aveva detto più volte. La sua sorte, di fatto, era quella di essere condannato a morte per un omicidio commesso più di dieci anni fa. E per questo motivo la condanna è stata eseguita qualche giorno fa in Texas.

Usa, aveva ucciso una coppia di vicini

“Non ho niente da dire, si può procedere”, queste le ultime parole di Barney Fuller, accusato dell’omicidio di una coppia di vicini, prima di ricevere una dose letale di pentobarbital, che dopo pochi minuti ha causato il suo decesso. L’uomo, stando di aspettare, dunque, aveva chiesto un anticipo della sentenza visto che il suo destino era già segnato.

Quella di Barney Fuller è la sedicesima condanna a morte eseguita negli Stati Uniti dall’inizio dell’anno. Una pratica che, la maggior parte degli stati, condanna duramente anche perché, dati alla mano, non ha mai portato alla riduzione dei reati negli States.