E’ successo negli States dove alcuni detenuti hanno salvato la vita ad una guardia carceraria. Sembra una scena surreale e, invece, è accaduto veramente negli Usa: a “parlare” sono direttamente le telecamere di videosorveglianza del carcere americano che mostrano come i detenuti, molti dei quali ammanettati, hanno deciso di forzare la porta della cella in cui erano rinchiusi con un unico obiettivo, quello di salvare una guardia carceraria che avrebbe dovuto sorvegliarli e che, invece, non stava affatto bene.

La guardia carceraria americana, infatti, come mostrano in maniera inequivocabile le immagini, si è sentita male, ha perso coscienza. Poco distanti da lui, i detenuti hanno assistito alla scena e non sono rimasti lì ad attendere i soccorsi. Sono passati dalle parole ai fatti, sono entrati in azione, forzando la porta e provando – seppur ammanettati – a salvare l’uomo. E ce l’hanno fatta.

Detenuti salvano l’agente carceraria

Dalle immagini della telecamera di videosorveglianza, si vede un uomo sentirsi male, perdere coscienza. L’incidente risale allo scorso 23 giugno ma è stato reso noto dai media solo oggi. I detenuti, infatti, hanno cominciato ad urlare, a sbattere sulla porta insistentemente fino a quando sono riusciti ad aprirla, richiamando l’attenzione degli altri agenti del carcere che, dopo essere intervenuti, li hanno fatti accomodare di nuovo in cella.

Si è concluso positivamente, dunque, un triste episodio avvenuto in un carcere americano. La bella notizia è che a salvare l’agente americano sono stati i detenuti. Un bel gesto che mostra come la solidarietà vada oltre i reati commessi dagli stessi carcerati.