Si chiama Chris Roberts – nella foto che trovate in cima al post è quello di destra – ed è un esperto di cybersicurezza. Negli ultimi giorni stanno parlando di lui perché , come riporta la Cnn, avrebbe rivelato all’Fbi di aver violato una ventina di volte il computer di bordo di aerei passeggeri – e in un caso è arrivato a prendere il controllo del motore del velivolo. Roberts in un’occasione è stato anche arrestato dal Federal Bureau of Investigation al suo arrivo a Syracuse – siamo vicini a New York -, al termine di un volo della United Airlines. La causa sarebbero stati un tweet mentre era tra le nuvole in cui sosteneva di poter azionare il rilascio delle maschere ad ossigeno dell’aereo.

Durante gli interrogatori – condotti tra febbraio e marzo – Roberts aveva affermato di aver violato tra i 15 ed i 20 computer di bordo tra il 2011 ed il 2014. In un’occasione come ho già scritto è riuscito a prendere il controllo dell’aereo su cui stava viaggiando e a dargli il comando “Clb“, ovvero Climb, prendere quota. E visto che il comando è stato eseguito da uno dei motori del velicolo e per questo l’aereo “si è spostato lateralmente“.

L’esperto di cybersicurezza ha parlato di falle nei sistemi informatici di modelli prodotti della Boeing – oltre che di un modello della Airbus – Chris Roberts avrebbe anche hackerato i sistemi di intrattenimento di bordo della Thales e della Panasonic. Quanto è successo è da collegare con un rapporto dello scorso aprile del Government Accountability Office. Secondo questa agenzia federale centinaia di aerei in tutto il mondo sono a rischio hacker. Sotto accusa ci sono soprattutto gli aerei più moderni, perché il loro computer di bordo può essere violato attraverso la rete wi-fi dedicata ai passeggeri del volo.

La scorsa settimana, la United Airlines ha lanciato un ‘concorso’ tra gli hacker. Offre un milione di miglia gratis a chi saprà trovare falle nei sistemi informatici della compagnia – non riguarda però i sistemi Wi-Fi e di intrattenimento a bordo degli aerei, o il controllo dei comandi dell’aereo.