Nuove sparatorie in America. Dopo la strage di Charleston è stata la volta di Detroit: durante una festa in un campo da basket a cui partecipavano 400 persone, un uomo ha fatto fuoco uccidendo una persona e ferendone altre 9. Ma non è finita qui. Il terrore si è seminato anche per le strade di Philadelphia dove, durante una festa in strada, un uomo ha sparato colpi casualmente colpendo chiunque gli capitava a tiro e ferendo sette persone, tra cui alcuni bambini.

Secondo quanto riferito dalla polizia di Detroit, i colpi sarebbero stati sparati da due diverse armi, di cui una semi-automatica, poco prima delle 21 locali. Non è ancora chiaro il motivo della sparatoria, ma dalle prime ricostruzioni sembra che sia la vittima che i feriti non fossero l’obiettivo.

Nel bilancio provvisorio della sparatoria a Philadelphia, invece, figurano almeno sette feriti, fra i quali un bambino di 18 mesi, una bambina di 11 anni e un ragazzo di 13 anni. Dalle prime ricostruzioni sembrerebbe che l’uomo avrebbe sparato a caso in strada, colpendo chiunque avesse sotto tiro.