Paura alla Florida State University di Tallahassee, negli Stati Uniti, dove almeno due persone sono rimaste ferite dopo che un uomo armato ha aperto il fuoco all’interno del campus.

Il portavoce della polizia locale, Dave Northway, rende noto che l’aggressore è stato ucciso dai poliziotti della sicurezza, restano invece ancora ignote la sua identità e le motivazioni del gesto, né è chiara al momento la dinamica dell’incidente. Gli spari sarebbero avvenuti vicino alla biblioteca Strozier, immediatamente isolata. L’università aveva emesso un’allerta parlando di una “situazione pericolosa” e invitando tutti i residenti a rimanere in stanza e mettersi al riparo, lontano da porte e finestre. Un annuncio che di solito viene dato quando c’è qualcuno armato che si aggira per il campus. “Un agente ha parlato al citofono interno e ci ha detto c’era un uomo armato nell’ingresso e penso che abbiano detto che due persone sono state ferite“, ha raccontato all’Abc una studentessa “ci ha detto di rimanere lontani da porte e finestre e rimanere dove eravamo. Abbiamo tutti aspettato, poi la polizia è tornata e ci ha detto che il killer era stato preso in custodia e di rimanere dove eravamo“.

L’ospedale locale ha confermato alle agenzie la presenza dei due feriti, ma non ha specificato se si tratti di studenti né quali siano le loro condizioni. Intanto l’Unviersità fa sapere che l’area è stata messa in sicurezza ma invita a rimanere ancora al sicuro e a seguire le istruzioni che vengono date. Si attendono dunque ulteriori informazioni sull’accaduto da parte della polizia del campus e da parte delle autorità locali.

photo credit: artiewhite via photopin cc