Attimi di terrore presso l’Università Statale dell’Ohio di Columbus, negli USA, dove la polizia è dovuta intervenire per una sparatoria all’interno del campus.

Secondo le prime informazioni disponibili ci sarebbero nove feriti tra gli studenti e il personale, mentre un sospetto ritenuto essere uno degli attentatori sarebbe stato ucciso dalla polizia nel corso di uno scontro a fuoco.

L’ateneo aveva diramato un allarme intorno alle 10 del mattino (ora locale) con il quale chiedeva agli studenti di cercare rifugio: gli agenti si sono precipitati sul posto, mentre svariati video e messaggi dei ragazzi terrorizzati venivano diffusi tramite social media.

Nell’area sono arrivati sia gli ufficiali di polizia che gli uomini della SWAT, concentrati sopratutto intorno all’area di W. Lane Avenue e Tuttle Park Place, a poca distanza dalla St. John Arena, e l’edificio in cui si trovano le aule di scienze e ingegneria.

In tutto il campus della struttura scolastica, il terzo per grandezza in tutti gli USA, ospiterebbe l’ingente numero di quasi 58mila studenti. La polizia ha chiesto anche alle altre scuole della zona di istituire un coprifuoco: nessuno studente potrà lasciare gli edifici senza un genitore o un adulto che li accompagni.

Nonostante la notizia confermata della morte di un attentatore non è ancora chiaro se questi abbia agito da solo, né quali possano essere state le sue motivazioni, né tantomeno si conosce la sua identità.