Si è tenuto stanotte il secondo confronto al veleno tra i due candidati alla Casa Bianca, Hillary Clinton e Donald Trump. “Se vinco nominerò un procuratore speciale per incriminarti e mandarti in carcere” dice lui alla Clinton. E lei risponde: “Sei inadatto a governare”. La Cnn, intanto, nel primo instant pool, dà ancora una volta per vincitrice di questo dibattito Hillary Clinton con il 57% contro il 34% di un aggressivo Donald Trump che è in calo persino nei sondaggi delle ultime settimane. La Clinto di Trump apprezza molto i figli perché sono “una cosa importante” mentre lui  ha definito la sua rivale “una combattente che non si arrende mai”.

E’ scontro tra Clinton e Trump

Entrando nel vivo del confronto, Donald Trump vorrebbe abbassare la pressione fiscale sulle imprese per dare più occupazione a tutti mentre la Clinton vorrebbe colpire i privilegiati tassando del 30% gli americani più ricchi, ovvero chi guadagna più di un milione all’anno. Se da una parte Trump accusa la sua avversaria di non aver fatto nulla in 30 anni di attività politica e di non aver risolto alcun problema negli Usa, dall’altra la Clinton parla dei più deboli, delle donne, degli immigrati e dei disabili sognando un’America sempre più inclusiva.

Hillary Clinton vince il secondo confronto

Infine si è tornato a parlare del video scandalo di Trump, della mancata pubblicazione della sua dichiarazione dei redditi, dei suoi (presunti) affari con la Russia e Putin e, infine, del ruolo degli hacker russi che avrebbero preso di mira i siti del partito democratico.