Un italiano, Carlo Marigliano, 31 anni tassista di Napoli, ha perso la vita a causa di un con un colpo di arma da fuoco venerdì scorso, mentre si trovava a Little Rock, in Arkansas (USA). Le dinamiche non sono ancora chiare e ci stanno lavorando le autorità.

Secondo la cronaca locale, il giovane italiano si trovava a Little Rock come tappa di un più ampio giro turistico negli USA, al termine del quale, dopo qualche settimana, avrebbe dovuto riunirsi con la moglie e i due figli di 8 e 2 anni a Miami.

Marigliano era andato negli Stati Uniti per incontrare alcuni amici ma l’obiettivo era di trasferirsi in pianta stabile in America con la famiglia. L’uomo è stato colpito all’interno della sua auto, e successivamente, a causa della ferita riportata dopo il colpo di arma da fuoco, ha sbandato andando a finire contro un edificio a North Shackleford.

Al momento non ci sono sospetti e ancora nessun dettaglio da parte della polizia, che sta indagando sull’accaduto. Little Rock non è nuova quest’anno ad episodi di cronaca nera: la scorsa settimana sono state uccise cinque persone, il che porta le vittime del 2017 a 37.