“Scusate il termine colorito ma stamattina mi sono vegliato così e, mentre lavoro e aspetto di partire, ho voluto dipingere il mio bus così”, queste le parole di un autista Atac, l’azienda che gestisce i trasporti pubblici a Roma, e che adesso rischia provvedimenti disciplinari. Il post e la foto sono stati rimossi subito dopo anche se ormai è troppo tardi: stanno facendo il giro del web. A indignare è stata sopratutto la scritta – apparsa sul bus – che recitava: “Vaccinati sto ca…”, riferendosi chiaramente alle vaccinazioni divenute obbligatorie.

L’autista, forse, pensava che si trattasse di una semplice battuta, di un modo per acchiappare like e, invece, si è trasformato in un caso nazionale dopo che alcuni utenti hanno segnalato il post. Immediata la reazione di Atac che “ha avviato tutti gli accertamenti utili ad individuare le responsabilità e conseguenze derivanti dall’uso improprio del display di un bus di linea che è stato tabellato con una scritta contro le vaccinazioni”: “Al termine dei necessari approfondimenti, l’azienda prenderà ogni provvedimento non solo a carico del conducente ma anche di eventuali altri responsabili che, col proprio comportamento, avessero favorito, in qualsiasi modo, la grave ed inaccettabile violazione dei regolamenti aziendali e conseguente danno all’immagine della società”.

Insomma pugno duro da parte dell’Atac che promette seri provvedimenti contro l’autista anti-vaccini.