Dopo la psicosi degli ultimi mesi relativa alla presunta emergenza meningite, il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato il nuovo piano nazionale, collegato ai livelli essenziali di assistenza sanitaria. Tutti potranno vaccinarsi gratuitamente e non dovranno pagare nemmeno il ticket perché – precisa il Ministro – “i vaccini non sono da considerarsi una cura ma attengono alla prevenzione collettiva della popolazione”. Una decisione che si è resa necessaria a causa del calo delle vaccinazioni in Italia, soprattutto tra i bambini, e alle morti per meningite.

Vaccini gratis, stanziati 100 milioni di euro

Tra i vaccini che potranno essere eseguiti gratuitamente ci sono anche l’anti-meningococco, il Papillomavirus e l’anti-pneumococco. Un piano nazionale della Salute fortemente voluto dalla Lorenzin: adesso si aspetta il passaggio alla conferenza Stato-regioni, in programma giovedì prossimo, per l’ok definitivo. “Solleciteremo tutti per una veloce delibera perché si tratta di una grande occasione per tutti i cittadini” ha detto l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte Saitta.

Vaccini gratis, l’annuncio del Ministro

Il Ministero della Salute ha già stanziato 100 milioni di euro per quest’anno, 127 milioni per il 2018 e 186 milioni per il 2019. Gratuita la somministrazione dei vaccini per i bambini contro varicella, rotavirus, epatite A e meningococco B mentre per gli adolescenti maschi è previsto anche il papilloma virus, adesso gratuito solo per le femmine.