E’ arrivato l’accordo tra Stato e Regioni sulla necessità di introdurre l’obbligo di vaccinazione in Italia. “C’è l’esigenza di arrivare in tempi relativamente brevi ad una legge nazionale sull’obbligatorietà delle vaccinazioni anche per garantire un’offerta vaccinale uniforme in tutte le zone del paese” ha fatto sapere il ministro della Salute Beatrice Lorenzin in merito al piano nazionale della prevenzione vaccinale 2017-2019. Non si tratta di una vera e propria intesa ma dell’inizio di “un’interlocuzione istituzionale su un tema di grande interesse per le famiglie italiane”. Quello, appunto, dei vaccini obbligatori per tutti.

Vaccini obbligatori per l’accesso ad asili e scuole materne

L’accordo prevede una legge nazionale che renderà obbligatorie tutte le vaccinazioni comprese nel piano di prevenzione vaccinale 2017-2019 in tutta Italia, ha spiegato il presidente dell’Istituto superiore di sanità Walter Ricciardi. L’obiettivo, di fatto, è quello di rendere obbligatorie le vaccinazioni per l’accesso dei più piccoli agli asili nido e alle scuole materne. Un passo importante per evitare emergenze sanitarie.

Vaccini, la battaglia del Ministro Beatrice Lorenzin

Infine si è discusso sulla definizione di “tariffe massime per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale erogabili nell’ambito del servizio sanitario nazionale” hanno precisato.

Insomma un accordo storico tra Stato e Regioni che porterà alla vaccinazione obbligatoria.