L’AIFA, l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha bloccato due lotti del vaccino antinfluenzale FLUAD, a causa di alcune segnalazioni di decessi avvenuti a seguito della somministrazione. Le reazioni avverse che hanno portato alla morte dei pazienti vaccinati con il FLUAD si sarebbero verificate entro 48 ore dalla vaccinazione. In una nota le autorità sanitarie hanno fatto sapere che i lotti bloccati al momento sono due: il 142701 e il 143301. Si tratta del vaccino antinfluenzale prodotto dall’azienda farmaceutica Novartis Vaccines and Diagnostics s.r.l.

Come ha spiegato l’AIFA, al fine di evitare ogni allarmismo, la misura è stata presa soltanto per precauzione per poter compiere tutte le verifiche del caso ed escludere un’associazione tra i decessi e il vaccino antinfluenzale. Gli esperti hanno già prelevato dei campioni e stanno effettuando le opportune analisi. L’allerta è massima perché le segnalazioni pervenute all’AIFA sono legate a ben 3 morti sospette avvenute in concomitanza alla somministrazione delle dosi. In un caso si sono invece verificate reazioni avverse gravi ma il paziente è riuscito a sopravvivere.

Per scongiurare ogni rischio, l’AIFA invita chiunque sia in possesso di dosi del vaccino FLUAD di Novartis a controllare il numero di lotto presente sulla confezione, avvisando il proprio medico curante in caso si tratti del lotto 142701 o del lotto 143301. Il paziente potrà concordare con il medico se continuare la profilassi con un altro vaccino.

Al momento i pazienti a cui viene suggerito di vaccinarsi contro l’influenza sono gli over 65, i bambini che soffrono di malattie croniche, i medici e il personale sanitario, le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza e in generale tutti i soggetti più esposti al rischio di contrarre e diffondere il virus e/o in condizioni di salute precarie. La campagna antinfluenzale 2014-2015 in Italia è iniziata a partire dalla metà di ottobre e si protrarrà fino a fine dicembre.

Photo Credit: Freeimages