Giro di vite sui clienti delle prostitute di Firenze. In forza dei poteri conferiti ai sindaci dal decreto Minniti sulla sicurezza urbana, il sindaco Dario Nardella ha deciso di usare il pugno duro e di sanzionare pesantemente gli uomini alla ricerca del sesso facile sulle strade di Firenze. Il rischio è quello di incappare in un arresto fino a 3 mesi e in una multa da 206 euro. La misura entrerà in vigore da oggi e verrà applicata su tutto il comune trasformando, di fatto, in un reato andare alla ricerca di prostitute in strada. Non è escluso che altre città possano fare lo stesso già nelle prossime settimane.

L’obiettivo è quello di contrastare lo sfruttamento della prostituzione da parte di tutte le organizzazioni criminali che, in questi anni, hanno lucrato sulle attività da meretrici delle ragazze (molte di loro straniere), spesso costrette a stare in strada. Secondo scopo è quello di ripristinare il decoro urbano di alcune zone, da via Pistoiese a viale Redi passando per Bellariva.

Il piano prevede lo schieramento della polizia municipale, con pattuglie anche in borghese, come scrive il Corriere Fiorentino, che dovrà far rispettare la norma ed eventualmente sanzionare i trasgressori che, adesso, rischiano persino il carcere.