Un gruppo di scialpinisti è stato travolto da due valanghe in Alto Adige. Gli uomini stavano salendo verso la Cima della Neve  sopra Riva di Tures a circa 2.900 metri, quando la neve li ha letteralmente travolti. Il bilancio, al momento, è di un morto e tre feriti. Gli elicotteri della Guardia di finanza, del 118 e dell’Aiut Alpin hanno portato in salvo a valle venti escursionisti rimasti illesi. Lo scialpinista morto era stato dichiarato disperso e si tratterebbe di un uomo di cui ancora adesso non si conoscono le generalità. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini del soccorso alpino, la Guardia di finanza e i carabinieri.

L’allarme era stato dato da un gruppo di scialpinisti che aveva visto la slavina staccarsi. L’esercito, su richiesta del 118 di Bolzano, è intervenuto con un elicottero AB 205 del 4/o rgt. Aves “Altair” che ha fornito supporto al Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico impiegato nelle operazioni di ricerca.

Non hanno invece causato vittime le altre due slavine che si sono staccate in val Senales nel primo pomeriggio di oggi. I soccorritori hanno sondato l’intera zona, che si trova a oltre 3.100 metri di quota, senza trovare alcuna traccia di persone coinvolte. L’esercito, su richiesta del 118 di Bolzano, è intervenuto con un elicottero AB 205 del quarto reggimento Aves “Altair” che fornito supporto al Soccorso Alpino. In Austria, invece, uno scialpinista bergamasco di 48 anni è morto ieri sotto una valanga.

Foto: Maxxer_ via photopin cc