La polizia di Varese ha arrestato quattro minorenni, tutti ospiti di un centro di accoglienza poiché accusati di violenza sessuale di gruppo ai danni di un’educatrice della struttura. Le indagini sono scattatate a marzo quando la donna ha sporto denuncia presso il commissariato di Busto Arsizio dopo essere stata aggredita dai quattro giovani che avrebbero abusato di lei: l’educatrice ha raccontato tutto alla polizia che, in pochi mesi, ha chiuso le indagini assicurando alla giustizia gli autori del terribile gesto.

Varese, aggressori tutti minorenni

A dare una svolta alle indagini le telecamere di videosorveglianza sistemate nelle zone comuni del centro di accoglienza di Varese: così i militari hanno scoperto che l’educatrice era stata costretta dai giovani ragazzi – ospiti del centro di accoglienza per minori – a subire atti sessuali sotto la minaccia di un coltello. Gli aggressori, quindi, sono tutti minorenni, con un’età compresa tra i 14 e i 17 anni: il reato che gli è stato contestato dalla Procura è quello di violenza sessuale di gruppo ai danni dell’educatrice che ha subito atti sessuali.

Varese, aggressori in carcere

Due dei ragazzi, quelli ritenuti più violenti, sono stati condotti in carcere mentre per gli altri è stato disposto il trasferimento in una comunità di Varese.