Oggi sarà proiettato a Zocca, in anteprima, il film “Questa storia qua”, documentario sulla vita  di Vasco Rossi.

Il rocker ricordiamo non ha potuto presentare il docu-film perchè ancora ricoverato a Villalba, clinica che lo ha ospitato a luglio in seguito alla frattura di una costola.

Nessuna ufficialità di quale sia nello specifico il disturbo di salute che ha colto negli ultimi giorni il rocker italiano Vasco Rossi tuttavia le cose non sembrano andare migliorando dal momento che il cantante è di nuovo in clinica.

Si tratterebbe stando alla portavoce del cantante di un ricovero di routine, una comodità per non fare continuamente avanti e indietro da Zocca.

Nel frattempo Vasco rassicura i fan su Facebook:

“Tutto sotto controllo. Niente di incurabile… a differenza dei mali del nostro paese! Sei settimane di terapia antibiotica molto potente per debellare batterio killer! Ma alla fine… sarà lui… a morire!”.

Con questa frase il Blasco si è accaparrato qualcosa come 34 mila ‘Mi piace’. Ma è un’altra la frase che ha fatto infuriare molti oncologi italiani e non solo.

Il cantante, in un’intervista a Vanity Fair, avrebbe affermato che se avesse avuto il cancro non si sarebbe curato ma avrebbe affrontato la cosa attraverso gli antidolorifici e grazie ad un bel viaggio ai Caraibi.

La dichiarazione hanno creato ovviamente scompiglio vista la popolarità del rocker italiano che con le sue dichiarazioni potrebbe influenzare milioni di suoi fan.