Il passaggio della rete televisiva La7 (foto by InfoPhoto) da Telecom Italia Media al gruppo di Urbano Cairo slitta al 7 marzo. TiMedia si è infatti presa del tempo per decidere: il cda ha fatto il punto sulla trattativa per la cessione dell’emittente, azione che dovrebbe ormai chiudersi a breve, prima del prossimo consiglio di Telecom che approverà i conti.

Cairo – La7, un binomio che continuerà. Sì, perché il gruppo dell’editore milanese è il concessionario di pubblicità della rete televisiva, quindi un sodalizio che già esiste da tempo. L’accordo definitivo che suggellerà la vendita del canale allo stesso Cairo non sembra dunque in discussione. Le due parti stanno cercando di limare dei dettagli sul contratto pubblicitario dei prossimi anni, le passività da cancellare e il numero dei dipendenti oggi in carico a La7 che dovrebbero rimanere invece a libro paga della società controllata da Telecom.

L’operazione dovrebbe comunque concludersi entro il 7 marzo. Lunedì, intanto, ci sarà il consiglio che esporrà i dati 2012 del bilancio di TiMedia, che si chiuderà con un rosso 100 milioni. Cairo avrebbe offerto un milione di euro per l’emittente tv, Telecom dovrebbe farsi carico delle perdite del primo semestre (una quarantina di milioni) e dare una dotazione di circa 90 milioni. A questo ci sarebbe da aggiungere i 40 milioni di debiti che La7 vanta nei confronti di TiMedia, che verrebbero abbonati, e il taglio del contratto per l’affitto dei multiplex digitali.