Non ha le idee chiare, vuole far luce sulla sua vita, sui suoi affetti, sulla sua sfera intima. Per queste ragioni un parroco di Venezia ha deciso di lasciare il sacerdozio, seppur temporaneamente. Insomma di prendersi una pausa di riflessione. Nessuno scandalo, nessun sotterfugio: tutto alla luce del sole. “Vi chiedo scusa per le mie inadeguatezze e per i miei peccati, sono addolorato se a qualcuno sono stato di scandalo, di inciampo, invece che un compagno di strada nella via verso il Signore. Ora il Signore apre davanti a noi strade nuove”, queste le parole che ha usato don Marco al termine dell’eucarestia di domenica 11 settembre davanti ai suoi fedeli.

Parroco lascia la guida della parrocchia

Don Marco, insomma, ha annunciato di voler lasciare la guida della parrocchia di San Pantalon a Venezia per “indagare” meglio sul suo privato visto che, stando a quanto trapela, si sarebbe innamorato. Nel suo discorso, però, non c’è alcun riferimento chiaro e preciso alla sua attuale situazione sentimentale essendosi limitato a parlare di “scelte nell’ambito dell’affettività”.

Poi su Facebook ha scritto: “Con questa domenica si conclude il mio servizio di parroco a San Pantalon. Da domani vivrò un tempo di sospensione dal servizio di prete, per poter proseguire in un cammino di verifica sulla mia vita e su aspetti importanti delle mie scelte, soprattutto nell’ambito dell’affettività. I legami d’amore vissuti nel Signore non cessano ma si trasformano”. Decisione già comunicata dal patriarca Francesco Moraglia.

La comunità condivide la scelta del parroco

La comunità ha accolto positivamente la sua scelta di farsi da parte, di lasciare il sacerdozio. E’ stata apprezzata la sua sincerità, il suo coraggio di condividere con tutti, in pubblico, la sua dolorosa scelta la quale, di fatto, avrebbe potuto suscitare polemiche. E, invece, ha spiazzato tutti: con naturalezza ha lasciato intendere di essersi innamorato e, dunque, di non poter ricoprire il suo ruolo.

E, come si dice in questi casi, se son rose fioriranno..