Se dovete recarvi a Venezia sappiate che dal prossimo maggio 2015 vi occorrerà una valigia del tutto particolare. E sì, perché il Commissario straordinario del comune veneto, Vittorio Zappalorto, sarebbe fermamente deciso a far approvare un regolamento per limitare l’inquinamento acustico causato dai trolley che “sfrecciano” per le calli e che provocherebbero un rumore infernale al contatto con i masegni (la pavimentazione tipica della città di Venezia).

Se la norma dovesse essere inserita all’interno del nuovo regolamento edilizio del Comune di Venezia, come regola anti inquinamento acustico, chi giungerà nel capoluogo veneto per restarvi per qualche giorno, non potrà portare con sé trolley che hanno ruote in gomma piena e men che meno trolley che hanno gomme in plastica – i più comuni –  bensì trolley con ruote in gomma gonfiate ad aria, specifici per la città di Venezia (i Venice trolley per l’appunto). La norma non è stata giustificata solo come regola anti inquinamento acustico ma anche come modo per tutelare gli scalini dei numerosi ponti veneziani.

I residenti saranno ovviamente esentati dalla norma mentre dovranno essere dotati di ruote gonfiate ad aria anche i carretti e i carretti portabagagli. Chi non rispetterà la norma dovrà pagare multe molto salate: l’ammenda prevista dovrebbe aggirarsi tra un minimo di cento euro ed un massimo di cinquecento euro, una somma abbastanza alta da far decidere di procurarsi in anticipo il trolley adatto per approdare in città. Resterà da capire

photo credit: ialla via photopin cc